Benvenuti al Teatro della Posta Vecchia.
Menu

CANTICO DI UN NATALE QUALUNQUE


IN ALLESTIMENTO

Il testo di Di Falco, trae ispirazione dal “Cantico di Natale” di C. Dickens, ma del racconto originale prende solo il filo conduttore della storia, attualizzandola e italianizzandola. La surreale commedia ,che si svolge in una non determinata vigilia di Natale, tratta del cambiamento dell’insensibile e avaro Ignazio; a una tale personalità si oppone radicalmente lo Spirito Natalizio che, di converso, rappresenta l’apice degli affetti familiari e dell’amore collettivo. Quando la vita del protagonista sembra ormai irrimediabilmente perduta, la comparsa degli angeli dei natali passati, presenti e futuri gli concede un’ultima, inaspettata, possibilità di redenzione. Insieme all’ultimo angelo,Ignazio, visita i luoghi del futuro, scoprendo che è già morto e che al suo funerale, tranne la nipote e l’aiutante di bottega, nessuno lo rimpiange. Dopo un ulteriore incontro con il fantasma del socio, con il ritorno al presente si redime ed evita la tragica prospettiva, trasformando l’egoismo e l’avarizia in bontà e generosità. In questa rilettura il merito dell’autore è quello di inserire in una favola notevoli elementi di critica sociale e di riflessione.